Storia del Centro

 

Home
Chi siamo
Biblioteca
Attività
Riunioni
Come associarsi
Dove siamo
Contattaci
Links
Ricerca
Mappa del Sito

 

Parte seconda

<Continua dalla pagina precedente

Il 23 dicembre 1993 muore Mario Orlandoni.

      Pochi giorni prima era uscito il suo libro dal titolo “Scritti di Numismatica”.

 

      Esattamente un mese dopo, il 23 gennaio 1994, si spegne anche Giovanni Calchera.

     

         Così il C.N.V. perde i suoi due membri più rappresentativi: coloro che lo fondarono e lo presiedettero, a turno, per complessivi 33 anni. Il 19 marzo 1994 nel corso di una cerimonia presso il Palazzo vescovile tenuta congiuntamente dall'Accademia di Sant'Anselmo, dalla Società Valdostana di Preistoria e di Archeologia, dalla Fondazione Andrea Pautasso e dal C.N.V. vengono commemorati i fondatori del Centro Numismatico Valdostano.

 

       

Da sinistra, affiancati in primo piano: Ettore Calchera, Giovanni Calchera, Laurent Ferretti e Mario Orlandoni (foto arch. C.N.V.).

 

          Il 27 marzo 1994 viene eletto Presidente del C.N.V. Laurent Ferretti  e confermato segretario Ettore Calchera.

         Con il patrocinio della Regione autonoma Valle d’Aosta e la collaborazione del Centro Numismatico Valdostano, il 21 maggio 1995, al Museo archeologico di Aosta, in occasione dei festeggiamenti dei 600 anni dall'apertura della zecca di Aosta, viene presentata da parte del Presidente del Consiglio regionale François Stévenin la riproduzione in medaglia del Tremisse d'oro merovingio, risalente ai primi anni del VII secolo d.C. La medaglia è stata coniata dalla zecca di Stato in 100 pezzi d'oro e in 600 pezzi d'argento.

 

Nella foto, da sinistra, Claudio Gallo conservatore delle collezioni numismatiche della Regione Valle d'Aosta e Socio del C.N.V., François Stévenin, presidente del Consiglio regionale della Valle d'Aosta, e Nicola Jelpo, direttore della Zecca italiana (foto arch. Regione).

 

        Insieme alla riproduzione del tremisse viene anche presentato l'opuscolo del socio Claudio Gallo dal titolo “Le monete coniate in Valle d'Aosta”, fatto stampare dalla Presidenza del Consiglio regionale in 1000 copie e che descrive sinteticamente la storia della coniazione delle monete in Valle d'Aosta. Alla cerimonia intervengono il direttore della zecca di Stato, ing. Nicola Jelpo, il Presidente del C.N.V. Laurent Ferretti e l'ing. Elio Biaggi, consulente numismatico del Tribunale di Torino, quest'ultimo in sostituzione della dott.ssa Serafina Pennestrì, conservatore del Museo Civico di Numismatica, Etnografia e Arti orientali  di Torino.

         Il 13 e 14 ottobre 1995 il Museo archeologico regionale ospita un Convegno sul tema “Forme di contatto tra moneta locale e moneta straniera nel mondo antico” organizzato dall'Assessorato regionale del Turismo, Sport e Beni Culturali, dalla Fondazione Andrea Pautasso e dal Centro Numismatico Valdostano. Lo scopo dell'incontro è quello di commemorare Andrea Pautasso nella ricorrenza del decimo anniversario della morte.

        Il 15 marzo 1997 Ettore Calchera viene eletto Presidente del C.N.V.

        Il 19 giugno 1998, nella sala conferenze della nuova Biblioteca regionale ad Aosta, alla presenza dell'Assessore regionale all'Istruzione e alla Cultura Roberto Louvin e al Presidente dell'Accademia Italiana di Studi numismatici Mario Traina, viene presentato il libro “Elementi di Numismatica” del Socio Claudio Gallo, edito da Musumeci; attraverso una sintesi della storia della moneta, con particolare riferimento alla realtà valdostana negli ultimi due paragrafi, l'autore cerca di rendere più accessibile ad appassionati e studiosi l'avvicinamento alla Numismatica.

       Dal 19 settembre al 4 ottobre 1998, per celebrare il 40° anniversario dalla fondazione, il C.N.V., in collaborazione con l'Assessorato regionale dell'Istruzione e della Cultura, organizza una mostra dal titolo: “Monete...40 anni di passione numismatica” (la sesta dalla sua costituzione) nella nuova sede della Biblioteca regionale ad Aosta, al piano interrato tra i resti delle antiche mura romane. Le monete esposte sono 426 tra antiche, medievali e moderne. La speranza degli organizzatori è quella di suscitare tra i giovani che frequentano la Biblioteca un interesse che li stimoli ad accostarsi alla Numismatica.

 

19 settembre-4 ottobre 1998: mostra numismatica nella nuova sede della Biblioteca regionale di Aosta. Nella foto: Ettore Calchera (a destra) illustra la mostra all'assessore regionale all'Istruzione e alla Cultura Ennio Pastoret  (foto arch. C.N.V.)..

 

       Il 28 gennaio 1999 Rosanna Mollo e il Socio Claudio Gallo, nella nuova Biblioteca regionale ad Aosta, tengono una conferenza sul tema “Numismatica e storia in Valle d'Aosta”, organizzata dalla A.N.T.E.A., sezione di Aosta.

       Il 6 febbraio 2000, su invito dell’Associazione Numismatica Taurinense, i Soci del C.N.V. si recano a Torino in visita al Museo Civico di Numismatica,  Etnografia e Arti orientali e assistono poi alla conferenza del conservatore del Museo, dott.ssa Serafina Pennestrì, sul tema: “Il  Medagliere Civico di Torino. Passato, presente e futuro” che si tiene nel salone del Dopolavoro Ferroviario. Al dibattito intervengono Giancarlo Alteri, conservatore delle raccolte numismatiche vaticane, Eupremio Montenegro, Presidente del Circolo Numismatico Taurinense, Ettore Calchera Presidente del C.N.V. che relaziona sull’attività del C.N.V. e Claudio Gallo che illustra alla platea presente le collezioni numismatiche del Museo archeologico di Aosta delle quali è conservatore.

       Il 23 novembre 2001, con il patrocinio della Regione Autonoma Valle d’Aosta e la collaborazione del C.N.V., si svolge presso il salone delle manifestazioni del Palazzo regionale un convegno sul tema: “Dallo Statere all’Euro” in cui si segnalano gli interventi di Dino Viérin, Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta, Ettore Calchera, Presidente del C.N.V. e Renato Vigezzi, Direttore della zecca di Stato. In concomitanza con quest’evento vengono esposte (fino al 28 novembre 2001) 60 monete scelte tra quelle appartenenti ai Soci e al C.N.V., per illustrare le tappe della moneta universale nelle diverse epoche, in tema con l’argomento del convegno. L’affluenza di pubblico, soprattutto tra gli studenti  delle scuole medie superiori di Aosta, è notevole.

 

Convegno Dallo Statere all'Euro: da sinistra i relatori A. Grandi, B.P. Giarda,  L. Caveri, D. Viérin, R. Vigezzi, G. Porro, E. Calchera (foto arch. C.N.V.)..

 

        Nel mese di ottobre 2002, con l’acquisizione di un apposito software e con l’aiuto delle nuove attrezzature informatiche, inizia la schedatura elettronica della biblioteca numismatica del C.N.V., permettendone così una più rapida e agevole fruizione da parte di tutti.

        Nel marzo del 2003 l’Assemblea del C.N.V. nomina Presidente Onorario Laurent Ferretti e conferma Presidente del C.N.V. Ettore Calchera. Segretario è Alessandro Masiero.

       All’inizio del 2004 i Soci del C.N.V. salgono a 50, con l’ingresso di alcuni giovani esperti anche in campo informatico che, nel corso dell’anno collaborano attivamente alla costituzione di nuovi archivi digitali per la catalogazione delle monete di tutto il mondo, contribuendo in chiave moderna ad un incremento dell’attività del sodalizio.

        Il 10 aprile 2004 muore Laurent Ferretti, Presidente onorario del C.N.V. dal 1997.

       Gennaio 2005: Con la collaborazione del C.N.V. è stata realizzata la Mostra Permanente delle medaglie dell’incisore Pietro Giampaoli donate dai figli in ricordo dell’opera svolta ad Aosta negli anni 1943 – 1944, quale responsabile della sezione staccata presso lo stabilimento Cogne della Zecca d’Italia. La mostra, situata nel piano interrato della Biblioteca regionale di Aosta, offre ai visitatori la possibilità di ammirare le splendide medaglie, che l’incisore Giampaoli ha inciso ad Aosta con soggetti tutti valdostani: dai personaggi, ai monumenti, alle chiese a dimostrazione del legame profondo che l'artista aveva instaurato con la nostra regione, rappresentandone la storia e le sue tradizioni attraverso la sua arte medaglistica.

       Dopo la morte di Papa Giovanni Paolo II, dal 18 aprile al 7 maggio 2005, i Soci più giovani del C.N.V. allestiscono nella Biblioteca regionale di Aosta una piccola mostra temporanea dal titolo “Monete e medaglie di Giovanni Paolo II”, in cui viene ripercorso brevemente il cammino degli ultimi Papi, con particolare attenzione alla vita di Giovanni Paolo II, attraverso l’esposizione di monete, medaglie, libri e di un racconto sugli episodi più significativi della sua esistenza.

       Nell’ autunno 2005, su iniziativa di alcuni giovani Soci, nel mese di ottobre inizia la pubblicazione del “Notiziario del Centro Numismatico Valdostano”, in cui si raccolgono i contributi culturali dei Soci e dei collaboratori esterni, le iniziative del Centro e gli appuntamenti numismatici principali del momento. Sarà un contributo trimestrale utile a sostenere l’interesse per la scienza numismatica che si occupa di storia, geografia, economia ed arte.

       Nel corso del 2006, dopo diversi mesi di lavoro, viene realizzato da parte di un gruppo di giovani Soci questo sito internet, aprendo così una nuova era di comunicazione e di contatti con altri enti ed associazioni del settore; la presentazione ufficiale avviene il 14 ottobre alla Biblioteca regionale di Aosta alla presenza dell'Assessore regionale all'Istruzione e alla Cultura dott. Laurent Viérin del Presidente del C.N.V. Ettore Calchera e di un folto numero di invitati.

       Prende il via così una parte di attività culturale tramite il web e che continuerà nel corso degli anni successivi.

 

14 ottobre 2006: presentazione del nuovo sito internet del C.N.V. alla Biblioteca regionale di Aosta. Nella foto (da sinistra): Alessandro Masiero, Laurent Viérin, Ettore Calchera, Matteo Truddaiu e Pablo Giacosa (foto arch. C.N.V.)..

 

           In occasione della cena sociale del 15 dicembre 2007, viene presentata ufficialmente agli invitati, la medaglia per la celebrazione del cinquantenario del C.N.V. il cui modello è opera del Socio Silvio Mazzarello. Realizzata in due metalli, argento e bronzo, ha un diametro di 60 mm ed un peso rispettivamente di 100 g. e 110 g., al dritto vi è la rappresentazione dell’Arco trionfale d’Augusto com’era nell’antichità, simbolo della città di Aosta che ospita la sede della nostra associazione culturale, e sullo sfondo la Porta Praetoria con le mura romane e sopra il nome romano della città. Al rovescio, le scritte per il cinquantenario entro rami d’alloro.

 

Medaglia in argento e bronzo celebrativa del cinquantenario del C.N.V.

 

           Nell'Assemblea sociale annuale del 13 aprile 2008, viene approvato all'unanimità lo Statuto Sociale del C.N.V.  Il 24 maggio 2008 il C.N.V. si dota quindi, di uno Statuto Sociale ufficiale regolarmente registrato.

           Il 18 settembre 2008 questo sito web ha ricevuto un importante riconoscimento d'eccellenza virtuale da parte del “FORVM ANCIENT COINS”, forum americano di discussione e approfondimento sulla numismatica classica, per la parte relativa agli articoli scritti dai soci e pubblicati nel corso degli anni sulle riviste specializzate del settore.  

         Venerdì 7 novembre 2008, per le celebrazioni del cinquantenario del C.N.V., viene inaugurata presso la prestigiosa sede del Museo Archeologico Regionale di Aosta di Piazza Roncas, 12, la mostra “MONETA, ESPRESSIONE DI VOLONTA’ DI POTENZA”.

         Il tema dell’esposizione in corso, che si concluderà l’ 8 dicembre, è il concetto di potere inteso nelle sue varie forme, ed è rappresentato efficacemente dall’esposizione di 250 esemplari messi a disposizione dai soci del Centro a cui si sommano quelli facenti parte della Collezione Pautasso, patrimonio numismatico dell’Amministrazione Regionale.

         L’evento è stato patrocinato dall’Assessorato all’Educazione e alla Cultura della Regione Autonoma Valle d’Aosta, con il quale il nostro Centro ha da sempre un rapporto di proficua e profonda collaborazione, anche nel settore della catalogazione del ricco patrimonio numismatico della Valle d’Aosta.

        Questa sinergia ha permesso inoltre, di stampare il relativo catalogo e la coniazione della medaglia celebrativa del cinquantenario.

 

La sala espositiva della mostra presso il Museo Archeologico Regionale (foto arch. C.N.V.)

Il numeroso pubblico all'inaugurazione della mostra (foto arch. C.N.V.)

 

           Il 29 Luglio 2009 la signora Orlandoni Bruna e il figlio Bruno, con munifico e apprezzato gesto, hanno donato al C.N.V. l'intera biblioteca numismatica privata del loro compianto congiunto Mario, Socio fondatore del C.N.V.  e studioso di fama internazionale.

           Il fondo, costituito da 360 volumi dei quali molti di un certo pregio, comprende diversi settori della numismatica antica e moderna e copre un arco temporale che parte dalle monete della Magna Grecia, percorre il periodo romano, barbarico, bizantino e medievale e tocca anche aree geografiche lontane, con le monetazioni antiche di India e Armenia, fino alle emissioni europee più recenti. Questa importantissima donazione, rappresenta un grande miglioramento per la nostra biblioteca sociale, permettendoci inoltre di coprire diversi tipi di monetazioni  non ancora contemplati nel nostro patrimonio librario.

         Tale donazione è stata schedata elettronicamente agli inizi del mese di settembre da parte dei giovani del Centro ed è ora disponibile alla consultazione dei Soci e agli studiosi esterni, a seguito della sistemazione in armadi appositamente acquistati.

         Questo gesto sarà sicuramente ricordato nel corso degli anni da tutti i Soci.

         Domenica  28  marzo 2010 si è tenuta l’annuale Assemblea del C.N.V., presso la sede di Via  Monte  Pasubio, per l’esame dei  conti consuntivi e preventivi.

         L’Assemblea dei Soci  ha, inoltre, approvato all’unanimità la conferma del  Consiglio Direttivo e del Collegio dei Probiviri uscenti.

        Il Presidente  Ettore  Calchera  ha voluto  ricordare a tutti i Soci l’importante donazione di 360 libri di numismatica fatta  al C.N.V. dalla  Signora  Bruna Saudino Orlandoni e dal figlio  Prof. Bruno Orlandoni. Su proposta di alcuni Soci, l’Assemblea ha deliberato che la parte di biblioteca composta dai libri di tale donazione, prenda il nome di  Fondo Mario Orlandoni.

        Durante l'annuale cena sociale dell'11 dicembre 2010 presso l'Hotel Europe ad Aosta, si è tenuta la presentazione del volume "LE MEDAGLIE DI PIETRO GIAMPAOLI Le collezioni di Aosta e di Buja". Il volume, edito dalla Biblioteca Apostolica Vaticana e scritto dal prof. Giancarlo Alteri, conservatore del Medagliere Vaticano e dalla prof.ssa Cristina Giampaoli, illustra e cataloga le medaglie donate dalla famiglia Giampaoli alla Valle d'Aosta e al comune di Buja.  Il volume è stato presentato dai figli di Giampaoli e dall'arch. Roberto Domaine, Sovrintendente ai Beni culturali e archeologici della Regione Autonoma Valle d'Aosta, intervenuti appositamente alla nostra manifestazione.

 

  

         Il volume sulle medaglie di Pietro Giampaoli donate alla Valle d'Aosta e al comune di Buja (foto arch. C.N.V.)

 

          Il momento della premiazione del nostro presidente (foto arch. CNV)

      

           L'occasione si è rivelata particolarmente importante anche per premiare il nostro presidente Ettore Calchera, con una targa di dedica a dimostrazione dell'affetto dei soci e dell'impegno da sempre dimostrato nel portare avanti con entusiasmo le iniziative e l'attività del nostro sodalizio.

            Il 16 marzo 2011 viene pubblicata su questo sito, la prima mostra virtuale del C.N.V. dal titolo "L’UNITÁ d’ITALIA attraverso le monete". Con i 22 pezzi fotografati messi a disposizione dai soci, comprendenti monete preunitarie, celebrative dei vari decenni e medaglie moderne celebrative , si è voluto dimostrare anche in piccolo, l'affetto verso il nostro paese. Con la ricorrenza è stato, inoltre, pubblicato il Notiziario 11 con i contenuti integrali della mostra.

Inizio

Successiva